GRECIA - Creta

Tour di tutta l'isola!

  • Tour in pullman (voli esclusi)
  • 8 giorni / 7 notti
  • 3 stelle
  • Come da Programma

Un tour completo che ti permetterà di scoprire l'isola da est a ovest. Partenze ogni sabato e domenica da Heraklion. Creta è un'isola dalle mille sfaccettature, da una parte il divertimento sfrenato con locali aperti fino alle prime luci dell'alba, dall'altra l'autenticità di paesini incantati come Chania, la bellezza di spiagge difficilmente raggiungibili come Elafonissos dalla sabbia rosa e Balos Bay.
Creta gode di un clima invidiabile tutto l’anno; anche durante i mesi estivi, quando il sole è più cocente, il clima si mantiene piacevole in quanto mitigato da una brezza continua. 
Sull’isola si trovano molte belle spiagge; alcune sabbiose come Gouves o Malia, altre alternate a scogliere come Elounda.

Dettagli

PROGRAMMA DI VIAGGIO 

1°giorno, Sabato
 - Heraklion
Arrivo all’aeroporto di Heraklion. Trasferimento in hotel ad Heraklion. Cena e pernottamento in hotel.
2°giorno, Domenica
 - Heraklion
Heraklion, capoluogo amministrativo di Creta, è la porta di ingresso principale per andare alla scoperta di quest'isola meravigliosa. Punto di partenza per una visita della città è senz'altro il porto, dominato da un'imponente Fortezza Veneziana del XVI sec., testimone della gloriosa epoca in cui Heraklion (Candia per i veneziani) era la capitale veneziana e la città più importante dell'isola prima di cedere i passo a Chania durante la dominazione Ottomana (1669), pur rimanendone comunque il porto principale. Vi consigliamo una passeggiata all'interno delle Mura veneziane, percorrendo la strada che costeggia il mare e che non vi deluderà con i suoi suggestivi scorci. Da non perdere è sicuramente il Museo Archeologico. Recentemente ristrutturato, conserva la più importante collezione di reperti di epoca minoica e vi consentirà di capire e godere a pieno la visita del Palazzo di Knossos, mostrandovi le meraviglie di cui esso era ricco!
3°giorno, Lunedi - Agios Nikolaos, Sitia
Agios Nikolaos è una delle località turistiche più famose di Creta e si trova nella parte orientale dell’isola nella provincia di Lassathi. La città vanta una fortezza veneziana e che domina tutto il lato nordoccidentale del tranquillo golfo di Mirabello, una chiesa bizantina risalente al 7° secolo d. C., che offre una vista mozzafiato sulla baia, il Museo archeologico e il Museo Etnografico. Oggi Agios Nikolaos è un centro molto animato: i turisti sono attratti dalle acque blu del suo golfo, dalle vicine spiagge incontaminate, dalla vivace vita notturna nei pub e nelle discoteche e dai grandi alberghi di lusso. La città ha molti negozi turistici dove potrete acquistare gli articoli della tradizione cretese, per esempio il forte liquore raki, tessuti, gioielli, e molto altro. Un campo da golf  da 18 buche si trova a soli 30 minuti di distanza dal centro così come diversi parchi acquatici e un certo numero di importanti siti archeologici. Se desiderate andare alla scoperta della parte orientale di Creta un ottimo punto di partenza è senza ombra di dubbio la cittadina di Sitia. Questo borgo caratteristico si trova nella provincia di Lassithi a 64 chilometri a est del capoluogo di provincia Agios Nikolaos e non molto lontano dalla magnifica spiaggia di Vai, conosciuta in tutto il mondo per il suo palmento. Pittoresca, dal forte sapore tradizionale, Sitia ha degli ottimi caffè lungo la strada che dal porto conduce alla lunga spiaggia ad est del centro abitato. Molto bello il castello di Kazarma che svetta su una collina vicino al porto e affascinanti le rovine del monastero veneziano da visitare nella Città Vecchia, zona meravigliosa per passeggiare e andare alla scoperta del fasto del passato di questo borgo marino, magari aggiungendo alla lista dei luoghi da visitare anche il Museo Archeologico dove sono custoditi i reperti provenienti dall’importantissimo sito archeologico a pochi chilometri dalla città. La zona intorno a Sitia è composta da alte montagne, valli, coline, numerose spiagge, piccole insenature e numerosi monasteri. Molto belli anche i vicini villaggi di Ziros, Ethia e Karydi.
4°giorno, Martedi
 - Vai, Ierapetra, Gortina e Zaros
Esotica, affascinante e lussureggiante la spiaggia di Vai è una delle spiagge più belle di Creta. Questa spiaggia tropicale, famosa per la sua foresta di palme, la più grande in Europa, si trova lungo la costa orientale dell’isola, nella provincia di Lassithi, a 6 chilometri dal villaggio di Palekastro e a 24 chilometri dalla cittadina di Sitia. La sabbia bianca della spiaggia, dove è possibile trovare alcuni ciottoli, si getta in acque turchesi e cristalline mentre dei piccoli isolotti affiorano a pelo d’acqua e rendendo ancora più suggestivo il paesaggio. E’ possibile noleggiare ombrelloni e lettini, praticare sport acquatici e rifocillarsi alla taverna vicino il litorale. A sud della spiaggia di Vai si trova l’idilliaca distesa di sabbia di Psili Ammos dove vi consigliamo di fare un tuffo. Ierapetra, Ιεράπετρα in greco, è una cittadina costiera della provincia di Lassithi, nella parte più stretta di Creta, che si affaccia sul Mar Libico e si specchia sull’isola di Chrissi. Il borgo si trova a 105 chilometri di distanza da Iraklio, 36 chilometri da Agios Nikolaos e 56 chilometri da Sitia ed è da sempre un centro molto vivace e importante. Ierapetra è la meta ideale per tutti coloro che sono alla ricerca di una vacanza all’insegna della comodità, di bellissime strutture alberghiere, una gioiosa vita notturna, negozi, caffè all’aperto, bar, ristoranti e taverne tradizionali, pur trovandosi in un ambiente tranquillo e, soprattutto, in un ottimo punto di partenza per andare alla scoperta delle bellissime spiagge di questo angolo dell’isola. Ierapetra si trova lungo la più lunga distesa di spiagge di Creta, con sabbia dorata e acque cristalline e calde, lontano da ogni tratta delle imbarcazioni. La riva della cittadina, da est a ovest, per una lunghezza di 6 chilometri e mezzo, è costituita da due spiagge di sabbia attrezzate con noleggio ombrelloni e lettini, bar, e offrono la possibilità di praticare sport acquatici. Ierapetra è costruito nel luogo dell’antica città Ierapytna. L’attrazione più famosa della città è sicuramente la fortezza veneziana di Kales, situata all’ingresso del vecchio porto: costruita nel 13° secolo ora è utilizzata per ospitare eventi culturali.  Gortyna o Gortys o Gortina è un importante sito archeologico di Creta. Situato a 45 chilometri a sud di Heraklion, Gortyna era la capitale di Creta e della Cirenaica in epoca romana (provincia di Creta et Cirenaica), era anche abitata nel 3000 aC e fiorì durante il periodo minoico, tra il 1600 - 1100 aC. E' stata distrutta due volte da terremoti, completamente rasa al suolo nella seconda occasione. Le rovine sorgono nei pressi dei villaggi di Dieci Santi (Aghi Deka), Metropolis e Ampelouzos. Gortyna fu fondata secondo Pausania dagli abitanti di Tegea, antica città dell'Arcadia. Strabone afferma invece che essa fu colonia di Minosse. A generare ulteriore confusione fu Conone che attribuisce la sua fondazione agli abitanti della Laconia. Studi fatti da archeologici italiani hanno comunque stabilito che il sito era già abitato nel neolitico, fra le scoperte italiane, fondamentale per la conoscenza della società dell'antica Grecia, è una grande iscrizione in lingua greca (dorica) della fine del VI e l'inizio del V secolo a.C., contenente le cosiddette "Leggi di Gortina" sul diritto di famiglia. Un codice dall’enorme valore storico. Si è anche scoperto che la città era in guerra con Festo e contro quest’ultima vinse una guerra che le assicurò il controllo di uno sbocco sul mare (nei pressi dell’attuale Matala). I ritrovamenti a Gortyna risalgono a differenti epoche, dal periodo greco antico (di cui si conservano anche diverse monete) all’epoca romana. Proprio al centro della città romana c’è il Pretorio, sede del governatore romano di Creta. Il pretorio fu costruito nel I secolo dC, ma è stato riadattato nel corso dei successivi otto secoli. Nella stessa sala interna sono ancora visibili le rovine dei bagni romani e il tempio di Apollo, insieme a vari altari dedicati a divinità egizie (Iside, Anubi e Serapide). Altri ritrovamenti di epoca romana sono avvenuti successivamente, come il teatro, che aveva due ingressi e forma semicircolare. Dietro il teatro romano, incise su grandi lastre di pietra, sono esposte le leggi di Gortyna, in dialetto dorico. Zaros famosa per la sua acqua di sorgente imbottigliata e venduta in tutta la Grecia, è un tranquillo villaggio dove andare anche fuori stagione e camminare per ore sotto il meraviglioso Psiloritis. In inverno si fanno le gare di scialpinismo e d'estate si può incontrare la grotta dove è nato Zeus. Zaros è un posto dove si può pregare andando a visitare i vari monasteri come quello di Vrondisi e passeggiare lungo il lago e fermarsi ad acquostare spezie in fattorie biologiche come Kurtes.
5°giorno, Mercoledi - Festos, Rethymno 
Festo, Φαιστός in greco, è un sito archeologico che si trova nella pianura di Messara nella Creta centro meridionale a 55 chilometri a sud di Heraklion. Il cortile principale del Palazzo minoico è vasto e mantiene la sua originaria pavimentazione di pietre: gli edifici sono disposti intorno a cortili ampi che seguono la superficie irregolare della collina. Il Palazzo di Festo fu governato da Radamanto, fratello di Minosse, e dominava la pianura della Messara. Questo palazzo minoico fu secondo solamente a quello di Cnosso. Costruito nel 1900 a.C. ma distrutto e riedificato ancora più imponente, il Palazzo è eccezionale: un cortile occidentale, un teatro, un cortile superiore e una grande scalinata porta alle stanze del secondo palazzo. Sotto gli appartamenti reali, a nord, è stato trovato il famoso disco di Festo, pregevole manufatto d’argilla con incisi geroglifici. La città di Rethymno (o Rethimno) si trova lungo la costa settentrionale dell’isola di Creta ed è un luogo seducente che combina il fascino della storia, visto che conserva molto del suo passato veneziano e turco, con la vicinanza a numerose bellissime spiagge tra cui quella che parte dal centro storico e si estende verso oriente per 12 chilometri. Il carattere della città vecchia, con il suo mix di architettura e di storia, racconta il periodo del dominio veneziano quando Rethymno era un centro culturale di rilievo grazie alla presenza in città di molti intellettuali e artisti del tempo. La grande fortezza costruita dagli italiani a difesa del porto è il monumento più importante di Rethymno. I turisti amano passeggiare nelle strette vie della città vecchia, comprare souvenir nei negozietti caratteristici e prendere un caffè presso la splendida fontana corinzia di Raimondi o cenare alle taverne del porto. Lungo la costa di Rethymno si trovano splendide spiagge sabbiose e numerose strutture turistiche: gli hotel e gli appartamenti in affitto presentano standard elevati per quanto riguarda ospitalità e servizi. La vicina costa meridionale, invece, conserva ancora il fascino selvaggio e alcune splendide spiagge sono raggiungibili solamente a piedi attraverso piccoli sentieri o in barca.
6°giorno, Giovedi – Gola di Impros, Frangokastello
La gola di Imbros è la seconda gola più conosciuta di Creta dopo la gola di Samaria. La sua lunghezza è di circa 8 km di vista spettacolare e non richiede più di 2,5 ore. Il percorso non è particolarmente difficile. Poiché la gola è abbastanza stretta e ha con molti alberi, la maggior parte del tempo si potrà passeggiare sll’ombra. Dopo una passeggiata di 2 ore si arriva al villaggio di Komitades dove si trova l’autobus per continuare il tour in direzionee Fragokastello.
Frangokastello è un piccolo villaggio costiero che si trova nell'area meridionale dell'isola, famoso per la sua reputazione battagliera, deve il suo nome al castello veneziano perfettamente conservato che si affaccia sulla costa e sulla spiaggia. Il castello veneziano, secondo la tradizione, venne attaccato da 8.000 turchi e difeso strenuamente da 600 soldati che perirono nell’ impresa. Tra maggio e giugno, 10 minuti dopo il tramonto del sole o all’alba, appare, tra le mura del castello, l’ombra di una schiera di soldati che, lentamente, scende verso il mare. Il fenomeno, che alcuni attribuiscono alla rifrazione del sole, non si verifica tutti gli anni, ma nel 1890 i soldati turchi presenti a Frangokastello fuggirono terrorizzati alla vista delle ombre, mentre, durante la seconda guerra mondiale i soldati sarebbero apparsi anche ad una guarnigione tedesca. Ad eterna difesa del castello, i Drosoulites (dal greco “drosia“, rugiada, dato che appaiono e scompaiono come la rugiada) sono pronti a riapparire quando più opportuno.
7°giorno, Venerdi - Chania, Knossos
Una città incantevole, tipicamente cretese per la sua commistione di cultura greca, turca e veneziana. Chania ha una infatti lunga storia, che va dal periodo minoico fino ai giorni nostri, passando per le dominazioni romana, bizantina, veneziana, genovese e ottomana, fino all'indipendenza ottenuta nel 1898. Le complesse e spesso violente vicende storiche che l'hanno coinvolta hanno lasciato poche testimonianze, ma le varie contaminazioni culturali hanno fatto di Chania un luogo affascinante ed unico. Tutto ciò si riscontra in primis nella sua straordinaria architettura; il centro di Chania è un susseguirsi di edifici storici di epoca veneziana e ottomana di estrema bellezza. Carino anche il Museo archeologico, sia per la collezione che per il luogo in cui è ospitato, l'ex chiesa e convento di San Francesco:un bell'edificio un po' decadente all'esterno, ma che conserva ancora il suo fascino all'interno, dove si trova anche un giardino con una fontana e la base di un minareto, segno della trasformazione in moschea da parte degli ottomani.
Il Palazzo di Knossos (a 5 km da Heraklion) è una maestosa testimonianza della civiltà minoica, luogo di rappresentanza in cui si svolgevano cerimonie di tipo politico, religioso e sociale. La sua pianta molto complessa ne ha determinato da subito l'associazione con il mito di Teseo e Arianna (entrando capirete subito perchè!), identificandolo nella residenza del minotauro (il labirinto di Cnosso), opera di Dedalo, architetto ateniese in esilio a Creta.
8°giorno, Sabato - Heraklion Dopo la prima colazione, trasferimento dall’hotel all’aeroporto di Heraklion. Possibilità di estensione mare in una delle innumerevoli località balneari dell’Isola.


Partenza GARANTITE ogni sabato e domenica da maggio ad ottobre

Date e prezzi
Prezzo
dal 09/05/20 al 24/10/20
Quota a persona in camera doppia per 8 giorni / 7 notti
€ 977
Incluso/Escluso

I prezzi si intendono per persona  in camera doppia standard 8 giorni/7 notti.
Possibilità di aggiungere i voli su richiesta

La quota comprende 
– Trasferimento dall’aeroporto di Heraklion all’hotel e viceversa;
– 3 notti ad Heraklion, Hotel 3 stelle in mezza pensione
– 1 notte a Sitia, Hotel 3*, in mezza pensione
– 1 notte a Zaros, Hotel 2*, in mezza pensione (cena Cretese in ristorante incluso vino locale)
– 2 notti a Rethymno, Hotel 3* superior, in mezza pensione
– 5 pranzi in taverna (Aghios Nikolaos, Ierapetra, Anguseliana, Agia Roumeli, Rethymno)
– Tour in autopullman con aria condizionata
– Guida parlante italiano da lunedì a venerdì incluso

La quota NON comprende
– Voli da e per l’Italia
– Bevande, mance, escursioni facoltative e tutto quanto non indicato
– Ingressi non inclusi, da regolare in loco (ca. € 63)
– Tassa di soggiorno da regolare in loco
– Spese gestione pratica obbligatorie inclusive di assicurazione medico/bagaglio/interruzione viaggio e annullamento



Possibilità di estensioni mare e/o con le crociere da noi proposte nel mare Egeo

Appunti di Viaggio

 
Molto apprezzato è il villaggio di Aghios Nikolaos, al fondo del Golfo di Mirabello, in una delle più belle rade della Grecia. 
Infine, per chi desidera trovare una spiaggia di sabbia bianchissima, circondata da un fitto palmeto di tipo tropicale, consigliamo la spiaggia di Vai, a circa 70 km da Aghios Nikolaos. 
Creta è un vero paradiso per il trekking, ma se amate le escursioni evitate di venirci in piena estate. Tra le diverse opportunità di escursione citiamo le spettacolari Gole di Samaria, che attraversano monti, pianure e villaggi remoti. Il terreno montuoso di Creta non è molto adatto alle escursioni in bicicletta ma molti visitatori scelgono questo mezzo di trasporto per percorrere i declivi tra i villaggi e le valli della costa settentrionale, la Pianure di Mesara e gli altipiani. 
Tutti gli sport acquatici (compreso il nuoto) sono praticabili sulle maggiori spiagge dell’isola: sci nautico, jet-ski, discese in canoa, navigazione da diporto, windsurf e parasailing. Nelle acque quasi sempre cristalline, in particolare nella parte meridionale dell’isola, si praticano anche lo snorkelling e le immersioni. 
Creta per lo più è costituita da una serie di rilievi nella parte centrale, mentre la pianura è poca cosa; il clima è caldo e secco nella parte meridionale dell’isola, mentre a nord è tipicamente mediterraneo, quindi si passa da una territorio di aspre montagne a uno con spiagge sabbiose. Le origini dell’isola risalgono al XV secolo a.C. infatti essa risulta essere la culla della civiltà minoica; numerosi furono i suoi invasori che determinarono la caduta della potenza marittima dell’isola come: i romani, gli arabi, Genova, inezia, i Turchi, fino ad essere inserita nello stato della Grecia. Durante la seconda guerra mondiale l’isola fu danneggiata pesantemente ma rimangono numerosi resti della storia antica che ha caratterizzato l’intera civiltà mediterranea situati nella maggior parte nella principale città dell’isola è Iraklio. 
La Grecia è una terra dalla cucina semplice e naturale fatta perlopiù di ingredienti freschi tipici del luogo come verdure, pesce, carne di montone e formaggio di capra, il tutto insaporito con olio d'oliva ed aromi del posto. Tra le verdure troviamo: le melanzane, con cui si prepara la famosa mussaka, i pomodori e i cetrioli per l'insalata greca da gustare insieme alla feta (famoso formaggio di pecora) e alle olive nere. Il pesce viene generalmente cucinato alla brace, così come gli spiedini di agnello da gustare intinti nello tzatziki, la salsa a base di yogurt. Una cucina briosa e saporita, spesso accompagnata dal caratteristico retsina, il vino bianco greco o dall'ouzo, liquore al gusto di anice.

1 Commenti
valentinagagliardi

alle ore 2:42 del 09 ottobre

5.0/5.0

Il nostro viaggio a creta è stato organizzato da Martina. Martina è in grado di creare un viaggio su misura, cucito apposta sulle esigenze del cliente. Siamo stati in un albergo a 4 stelle a centro città con pensione completa (e su richiesta veniva organizzato il pranzo a sacco). La dislocazione dell'albergo permetteva di essere a centro città in 2 minuti, a mare in 1 minuto o volendo le due piscine in albergo ti permettevano di poter passare anche una piacevole giornata all'insegna del relax. Tutto è stato organizzato secondo nostra aspettativa. Con un noleggio auto è possibile girare tutta l'isola. E' il secondo viaggio che facciamo organizzato da Martina (il primo è stato il nostro viaggio di nozze), e possiamo dire di non essere mai stati delusi. Raccomando Martina ed evolution travel.


Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!